Cantine Aperte in Toscana tra eventi, arte, Sigaro Toscano e Vespe

Movimento Turismo Vino ToscanaDal  28 al 29 maggio appuntamento con Cantine Aperte, uno dei più amati eventi enoturistici dedicato a tutti gli appassionati di vino. Durante il fine settimana oltre 80 cantine del Movimento Turismo del Vino della Toscana apriranno le loro porte a tutti i “winelovers”. Un fine settimana di appuntamenti all’insegna dell’enoturismo che quest’anno in Toscana si caratterizza grazie al binomio Vespa e Sigaro Toscano. Tanti gli appuntamenti in programma tra le Cantine di tutta la Toscana. Di seguito ve ne segnalerò alcuni. Prendete nota, accendete le vostre vespe e via, alla scoperta dei territori del vino!

Per chi volesse fare un salto nell’aretino, Camperchi accoglierà gli appassionati con il gelato di Palmiro Bruschi che per l’occasione ha realizzato un gusto particolare al sigaro toscano. Il Borro ospiterà nel borgo le Vespe, mentre per le giornate sono organizzate anche gite a cavallo.

L’ Agricola Tamburini, a Gambassi Terme proporrà degustazioni  di sigari toscani in abbinamento alle ultime annate in commercio. Visite guidate nella spettacolare cantina di Antinori, a San Casciano Val di Pesa, mentre  al Podere dell’Uliveto si spiegherà  come nasce un grande vino e sempre nel comune a Terre di Perseto la mostra Mostra di pittura di Lara Francini e Rebecca Serchi “DivinArt”.

IMG_5695

Alla Fattoria di Fubbiano  a Capannori (Lu) un ricco buffet di vini e delicatezze, per una giornata di assaggi enogastronomici all’aria aperta. A Montecarlo di Lucca, presso la Tenuta del Buonamico, si potranno degustare vini e oli e fare visite in cantina.

Tagli gli appuntamenti previsti nella provincia di Pisa. A  San Miniato, Agrisole proporrà una camminata nei vigneti con degustazione, Cosimo Maria Masini ospiterà Paolo Parisi con  pasta vegetariana e carni grigliate, poi ancora un angolo dei formaggi, formaggi di capra e di pecora, una Mostra fotografica: “Viaggiare per conoscere. Sguardi sul mondo nelle foto di Lucia Zullo” e infine musica e canti della tradizione toscana. Sempre in questa zona Pietro Beconcini accompagnerà i suoi vini di punta con lo streetfood dello Chef Ivan. Degustazioni nella Tenuta di Montalto mentre nella splendida cornice di Varramista, a Pontedera, l’apertura eccezionale della villa Piaggio e dei giardini.

Saranno ben trentatre le cantine della provincia di Siena ad aprire le porte ai visitatori nelle giornate di sabato 28 e domenica 28 maggio. Nel Chianti Classico. Badia a Coltibuono apre le porte della tenuta e dei giardini all’italiana. Degustazioni nella tenuta del Barone Ricasoli, Cantalici – L’Antica fornace di Ridolfo, al Castellare di Castellina, al Castello d’Albola, al Castello di Fonterutoli – Marchesi Mazzei, al Castello di Radda. Pranzo della domenica a Felsina, degustazioni da Melini, Rocca delle Macie, alla Tenuta di Lilliano. Al Casato Prime Donne degustazione enomusicale con 4 vini assaggiati in parti diverse della cantina insieme ai brani scelti dal sommelier musicista Igor Vazzaz. Piccoli assaggi di cibi tipici. Al Castello Banfi visita dell’enoteca del Castello e delle cantine. A Montepulciano, degustazioni tutta la giornata in  diverse Cantine. E per chi volesse approfittare   Vintage Tours e la Strada del Nobile propongono  gite in vespa nei vigneti della prima Docg italiana.

Illustrazione Mtv Toscana Social light

Passeggiate tra i filari a Colle di Val d’Elsa presso il Borgo Santinovo, distillati e grappa presso le Distillerie Bonollo di Torrita di Siena, mentre l’Enoteca Emporio Mediterraneo di Siena propone alcune degustazioni dei grandi vini di tutto il territorio e non solo.

Per scoprire le aziende aderenti a Cantine Aperte e i relativi programmi è possibile consultare la pagina  dedicata all’evento su www.mtvtoscana.com.

 

Annunci

Chi “Vespa” mangia le mele… chi non “Vespa” no!

Torno ancora una volta a parlare della mitica Vespa ma questa volta ancor più volentieri:  Immaginepercorrerò con lei le panoramiche strade di incantevoli zone della Valdera. Avrò infatti  il piacere di partecipare, Domenica 12 Maggio,  ad  #aroundvaldera, un tour in sella alle    intramontabili due ruote organizzato da Valdera in Vespa con la collaborazione dell’Agenzia di viaggi Fiocco Rosso.

Ci ritroveremo al Museo Piaggio di Pontedera  dove ci attenderà una piacevole  visita tra i pezzi “cult” che hanno fatto la storia di questa grande azienda per poi partire per le Colline della Valdera,   con tappa finale presso il magnifico Teatro del Silenzio. Viaggiare in vespa è un po’ come andare in barca a vela, si assapora lentamente tutto ciò che ci circonda: natura, profumi, panorami. Personalmente adoro questo approccio “slow” e Domenica mi lascerò letteralmente trasportare da una “Vespa 50  Special” tra questi luoghi incantati!

Immagine

Tour della Valdera con Vespa d’epoca e caccia al tartufo

Ho avuto la fortuna di poter salire su queste vespe e si… That’s amore … da subito! Percorrere le pittoresche strade,  tra le dolci colline della Valdera,  con la mitica Vespa  equivale ad assaporare ogni scorcio, sentire il profumo della natura, perdersi nei paesaggi.

Immagine La Vespa Piaggio è a tutti gli effetti un fenomeno di costume della nostra storia; si perchè la vespa non è stata solo un mezzo di trasporto ma ha  caratterizzato  i ragazzi classificandoli in vespisti e Lambrettisti, in Mods e Rockers. Ha scandito momenti di musica, ribellione, romanticismo e fuga, idealismo e libertà.  Dalla “Dolce Vita” alla “rivoluzione delle idee”  degli anni ’60 e ’70 . Presentata per la prima volta nel 1977 al salone di Milano, la P 125 X fu l’apripista di  postume versioni modificate sia nell’estetica che nella tecnica. Oltre a l modello di 124 cm³, la Piaggio  realizzò anche la P 200 poco dopo  la P 150 X.

Il modello attualmente più diffuso ed utilizzato dagli appassionati è la P 125 X ed è proprio questo esemplare che vi porterà,  Sabato 30 Marzo,  tra le incantevoli colline della Valdera facendo tappa,  per una caccia al tartufo, da Savini Tartufi.

ImmagineUna full immersion nel mondo del tartufo, dal bosco alla tavola, dal cane al cavatore. La partenza è prevista da Pontedera con direzione verso il  bosco di Forcoli dove inizierà una vera caccia al tartufo con lo staff di Savini Tartufi. Seguirà il pranzo a base di piatti al tartufo. Subito dopo, di nuovo in sella per dirigersi  verso    Villa Saletta e Montefoscoli fino ad arrivare al suggestivo Teatro del Silenzio di Lajatico.
Il tour è aperto a tutti con un minimo di 6 partecipanti ma può  essere fatto in qualsiasi giorno della settimana su prenotazione.
Quote di partecipazione a persona sono:
– Self guided € 120,00
– Con driver € 145,00
Le quote comprendono:
– Noleggio Vespa d’epoca e casco
– Pieno di carburante
– Kit del vespista
– Caccia al tartufo con guida
– Pranzo presso Savini Tartufi
– Accompagnatore e assistenza tecnica per tutto il tour
– Travel book personalizzato
Le quote non comprendono:
– Spuntini extra pranzo
– Tutto quanto non specificato ne “Le quote comprendono”
La partecipazione è aperta anche a chi ha una propria Vespa. La quota, in questo caso, è di € 80,00

Per informazioni e prenotazioni:

http://valderainvespa.it  info@valderainvespa.it